giovedì 8 dicembre 2011

La Casetta che divenne Torta ovvero...

 LA TORTA RIMEDIO

Per il mercatino quest'anno oltre alle mie semplici casette volevo fare anche una casetta vera, questa


che potete trovare presso il solito grande magazzino svedese (si, quello dove comprate i mobili e poi ve li montate a casa) ma appena aperta la scatola, ho una brutta sorpresa, una parete è rotta, l'altra è un po' storta e manca un pezzetto da uno dei due tetti :( Ok niente panico, visto che devo usare la glassa per assemblarla, la userò anche per "cementare" le parti rotte, e se anche una parete non è "a piombo" che importa!!! E quindi, saldo la parete e con la glassa unisco fronte, laterali e retro. Tiene!!! Lascio asciugare per bene per tutta la notte e l'indomani mi appresto a mettere il tetto (e dove manca il pezzetto ci metterò un po' di neve), glasso e appoggio e BABOOM!!! La parete aggiustata regge, ma quella storta si rompe e il fronte della casa va a pezzi........x@chxyx@xx@ ,parole irripetibili soprattutto a Natale!!! Ok l'Assaggiatore farà colazione con il pan di zenzero per un paio di settimane :) Ma poi, visto che per il mercatino avevo previsto di fare anche una torta, ho frullato il tutto pensando di fare un cheesecake,


ma  non  i sembrava adatta al Natale, e con quello che avevo in casa ho rimediato questa torta


Ingredienti

180 gr di briciole di biscotto gingerbread (più 3 cucchiai per la tortiera)
100 gr di cioccolato fonente
100 gr di mascarpone
100 gr di burro
80gr di zucchero di canna (più 2 cucchiai)
50 gr di farina di mandorle
2 uova
1 cucchiaio di rum
burro

Preparazione

Imburrare una teglia (quadrata o rettangolare) e cospargere con le briciole di biscotto, recuperando l'eccedenza.


Sciogliere parzialmente a bagno maria, (deve solo ammorbidirsi un po'), il cioccolato spezzettato con un cucchiaio di rum e lasciar raffreddare. In una ciotola montare il burro con lo zucchero con un mixer, o se volete consumare un po' di calorie (che poi riprenderete con la torta) con una frusta a mano come ho fatto io! Unire le briciole di biscotti  mescolando con un cucchiaio di legno; unire le uova una alla volta (unendo la seconda solo quando la prima e ben amalgamata), il mascarpone e il cioccolato.



Versare l'impasto nella teglia e livellare con il dorso di un cucchiaio bagnato,


cospargere con i due cucchiai di zucchero di canna



infornare a 180/200° per 30 minuti (io forno elettrico funzione statica riscaldato sopra e sotto).


Lasciar raffreddare in teglia, sformare, tagliare a quadretti



 e posizionare nei pirottini



L'aggiunta del mascarpone e del cioccolato ha un po' smorzato il gusto ginger dei biscotti, e a noi è piaciuta molto. Spero che abbiate passato tutti una piacevole giornata di festa, un abbraccio  :-D

13 commenti:

  1. Hai rimediato alla grande, brava, il risultato è più che soddisfacente direi.
    Un abbraccio a presto!!!:-)

    RispondiElimina
  2. @ Teresa
    Grazie!!!
    A presto, baci

    RispondiElimina
  3. Che dirti?...hai recuperato alla grandissima!!!
    A me mette una voglia quella torta!!!
    Un bacione Carla...trascorri un buon fine settimana!

    RispondiElimina
  4. @ Emanuela
    Grazie!!!
    Un buon fine settimana anche a Te
    Baci

    RispondiElimina
  5. Carla sei unica riesci a creare delizie anche dalle disavventure altrui. peccato per la casetta!! io ho trovato il kit per farla da soli con gli stampini da tetto e pareti..oggi porto per casooo il mio assaggiatore dalle parti del negozietto (ihih) poi ti faccio sapere info. Bacioni

    RispondiElimina
  6. caspiterina carletta che esperienza!!!!!
    immagino che vocabolario colorato!!
    beh,direi che il tuo"niente panico"abbia dato un ottimo risultato!
    un bacione grande!

    RispondiElimina
  7. Ho avuto lo stesso problema di terremoto due anni fa.....ah ah ah...pero tu hai risolto in modo egregio!!!

    RispondiElimina
  8. Hai ottenuto ugualmente un fantastico risultato! Bravissima, un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. @ Stefania
    Grazie!!! Delizia è il mio secondo nome , come ben sai!! Ahahahah Quando per casooo avrai lo stampino sono sicura che farai delle bellissime casette!!!
    Bacioni

    @ Carla
    Grazie!!!
    Per fortuna non c'era nessuno a sentirmi!!! Baci

    @ Artù
    Grazie!!! Allora tu sai di cosa parlo!! Bacioni

    @ Tinny
    Grazie!!!
    In effetti mi ha dato una grande soddisfazione... comunque!
    Baci

    RispondiElimina
  10. Ma per fortuna che è andata in pezzi e che sono usciti sti dolcetti magnifici, cioccolato e mascarpone, slurp!
    Buon we, Carlina, baci anche alla famiglia

    RispondiElimina
  11. @ Carla
    Eh si, in effetti la casetta non l'avrebbe mangiata nessuno!!!
    Buon we bacioni
    Omonima

    RispondiElimina
  12. Carla bravissima, un'idea di recupero geniale!!
    E poi per me l'hai resa ancora più buona!!
    Passa una buona domenica cara :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. @ Mariangela
    Grazie!!!
    In effetti era molto buona. Non avevo dubbi che la Cavia avrebbe apprezzato quella meraviglia di Cappellacci!!!
    Bacioni

    RispondiElimina

Se passate di qui e volete lasciare un commento,
mi farete cosa mooooolto gradita!!!