giovedì 15 settembre 2011

E dopo la Sicilia la Campania

Campania vuol dire Pizza ma anche Gattò ed eccolo


Trovo che sia un  piatto unico buonissimo e completo, ma anche un delizioso antipasto se tagliato a cubetti.
Sicuramente lo avrete già visto varie volte e su vari blog e adesso
vi beccate anche il mio!!!

Ingredienti

1 kg di patate
220 gr di salame tipo cacciatore tenero
150 gr di scamorza affumicata
100 gr di mozzarella
100 gr di formaggio grana grattugiato
4 uova
1 ciuffo di prezzemolo
100 gr di burro circa
latte (poco se serve)
pangrattato
noce moscata
sale e pepe

Preparazione

Lavare le patate e mettere a lessare in una pentola, partendo dall'acqua fredda, e calcolare circa 30 minuti dall'inizio del bollore. Nel frattempo tagliate la mozzarella e mettere le fette in un colino per far perdere un po' d'acqua. Tagliare la scamorza a fette e il salame a dadini.















Appena pronte, sbucciare le patate e schiacciarle, ancora calde, in una capiente ciotola. Tagliare 80 gr di burro a cubetti













e aggiungerlo al passato di patate con il formaggio grana, il salame, 4 tuorli, 2 albumi, il prezzemolo tritato e mescolare bene; se serve unire anche un po' di latte per ammorbidire (a me non è servito).


Salare, pepare, aggiungere una generosa grattugiata di noce moscata e mescolare ancora.


Imburrare bene uno stampo a cerniera e spolverizzare con il pangrattato.


Versare metà del composto nello stampo rivestendo anche i bordi, e livellare bene con un cucchiaio o con le mani (io ho usato le mani).


Coprire la base con le fette di mozzarella e di provola



Ricoprire con il restante composto di patate, livellare e rigare con una forchetta prima in un senso


e poi nell'altro


Spolverizzare con pangrattato e mettere qualche fiocchetto di burro



 Preriscaldare il forno a 200° inserire lo stampo e cuocere per 40-45 minuti circa, o comunque fino a doratura (io forno elettrico funzione ventilata). Togliere dal forno e lasciare raffreddare per circa mezz'ora prima di sformarlo. Noi, visto il caldo che (per fortuna) fa ancora lo abbiamo mangiato freddo, ma è buono anche tiepido!


Visto che bella crosticina????
Ci vediamo presto  :-D

14 commenti:

  1. @ Emanuela
    E' vero!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Io del gattò ho un brutto ricordo...l'ho mangiato qualche anno fa in aereo e da allora non mi ci sono più avvicinata!! però il tuo sembra davvero delizioso, forse è il caso che metta da parte i pregiudizi e provi a farlo!
    Un consiglio, dici che viene bene anche con il cotto al posto del salame?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. il gattò non ho mai provato a farlo, deve essere pieno di gusto. anche io credo che per il momento sia meglio mangiarselo freddo, qui a Trieste sembra di essere ancora sotto il solleone uffii. per quanto riguarda il mio pane sì puoi usare la macchina del pane per il primo impasto. Bacionissimi

    RispondiElimina
  4. @ Mariangela
    Ma certo io l'ho fatto più volte e ho usato anche cotto e fontina (al posto della scamorza) ed è comunque buonissimo! In aereo ti hanno dato il gattò??? Prova a farlo tu e vedrai che meraviglia!
    Bacioni

    @ Stefania
    Devi, devi proprio provarlo! E' quello che pensavo il primo impasto alla mdp e poi in forno per sentire quel buon profumino che dicevi!
    Bacioni

    RispondiElimina
  5. Ah, siiiiii, questo lo faceva la mia nonna, anche la mia mamma e pure io, magnifico e buonissimo.
    Baci cara omonima a presto

    RispondiElimina
  6. Ma che buono te ne fregherei volentieri una fetta!!Ciao buona serata da Agata

    RispondiElimina
  7. visto la crosticina, segno la ricetta, perchè non l'ho mai preparato!! Bacio SILVIA

    RispondiElimina
  8. Giuro! sono andata in vacanza a Sharm e ci hanno servito per pranzo il gattò in aereo, non mi ricordo che compagnia era....ma era orribile davvero, per me hanno usato carne di gatto (poverino!) e ti dirò che sono una che non si fa assolutamente problemi per il cibo, mangio qualsiasi cosa ma quel gattò non ce l'ho proprio fatta a finirlo!

    RispondiElimina
  9. Ciao Carla vai sul mio blog. A questo link c'è una sorpresa per te
    http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2011/09/una-piccola-sorpresa-per-lomonima.html
    Bacissimi
    CE

    RispondiElimina
  10. Con tutte mi scuso per il ritardo nella risposta ma ero in Romania ad un matrimonio!!!! E ne vdrete delle belle!!!!!!!!!!
    @ Carla
    scommetto che il più buono era quello della nonna!
    Baci
    @ Agata
    Grazie, poi passo a trovarti.
    @ Silvia
    non posso creder che non l'hai mai fatto! Prova e vedrai il risultato! Baci
    @ Mariangela
    In effetti il cibo da aereo è sempre un mistero!
    A presto
    @ CE
    Cosa posso dire????
    Sono passata da te e...GRAZIE MILLE!!!!!!!
    Sei unica!!!!!!!! Ancora grazie mille per tutto.
    Ci sentiamo BACIONI

    RispondiElimina
  11. Ciao Amica, quanto mi sono mancate le nostre chiacchiere! per fortuna sei tornata. Aspetto i racconti e le foto. Baci
    L'altra

    RispondiElimina
  12. Non l'ho mai preparato...ma l'ho mangiato e di questo ne assaggerei volentieri un pezzo...grosso! Bacio SILVIA

    RispondiElimina
  13. @ L'Altra
    Si sono tornata, ma ho "il blocco dello scrittore"
    sono 2 giorni che cerco di scrivere un nuovo post, ma continuo a scrivere e cancellare, adesso ci riprovo. Bacioni

    @ Silvia
    Ok la prossima volta che lo faccio ti chiamo!
    Baci

    RispondiElimina

Se passate di qui e volete lasciare un commento,
mi farete cosa mooooolto gradita!!!