mercoledì 28 marzo 2012

Gallo, Scarpa, Fiore e Stella di Ürtis e... ancora fiori

Sono due le preparazioni tipiche con le ürtis, il risotto che potete vedere qui e la frittata

FRITTATA DI ÜRTIS

Ingredienti

60 gr di ürtis
4 uova bio
1 scalogno
20 gr di formaggio Grana grattugiato
50 gr di burro chiarificato
1 pezzeto di formaggio Salva Cremasco (facoltativo)
noce moscata
sale e pepe

Preparazione

Pulire le ürtis, tenendo solo le punte e le foglioline più tenere, e sciacquarle


Affettare sottilmente lo scalogno e farlo appassire in padella con una noce di burro (circa 20 gr), unire le ürtis far insaporire per 1-2 minuti. In una ciotola sbattere le uova unire il formaggio Grana, la noce moscata grattugiata, il sale e il pepe; aggiungere le ürtis raffreddate e mescolare bene. In una larga padella sciogliere il restante burro, posizionare dei taglia biscotti e le forme per l'uovo al burro e, con un mestolo, versare il composto negli stampi.


Unire qualche pezzetto di formaggio, cuocere a fiamma media per 5 minuti, poi con l'aiuto di una paletta, girare le frittatine togliere gli stampi e finire di cuocere.






Naturalmente non è necessario usare gli stampi per fare questa frittata, ma vista la semplicità della ricetta, mi piaceva presentarla in mono porzioni originali!!! Io ho unito pezzetti di Salva Cremasco (nel fiore e nella stella), un formaggio che ci piace molto, ma che difficilmente troverete se non vivete dalle mie parti. Voi potete usare qualsiasi formaggio di vostro gradimento (la scamorza affumicata potrebbe essere un'idea) oppure ometterlo, il risultato non sarà compromesso. Ho servito le mie frittatine con dei pomodorini e con i Panigacci al posto del pane. Vi consiglio di usare il burro chiarificato (o in alternativa un olio molto delicato) perché fa veramente la differenza!!! E visto che il fiore di frittata è scappato al mio obbiettivo vi lascio con le foto delle due piantine, acquistate ieri all'Ikea, e qualche scatto del ciliegio, che ora ha un nome come quello della mia Amica Carla, il suo si chiama Cirillo e il mio (ciliegi)UCCIO!!!  :-D




18 commenti:

  1. Ecco cosa hai fatto con i fiori che ti ha portato l'assaggiatore:-) ma che buone le frittatine... veloci e sfiziose!!! buona giornata cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ombretta hai visto?? Sono proprio veloci e saporitissime!!!
      bacioni

      Elimina
  2. uccio ma allora è trisetino il tuo cieliegio! qui di uccio ne abbiamo in quantità...

    oggi sembra davvero che ci siamo messe d'accordo, due signore in giallo...frittata ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, davvero??? Non sapevo che fosse un nome tipico triestino!!!! Anche da noi si usa molto...
      Siamo sempre più in sintonia...
      Bacioni little sister

      Elimina
  3. Troppo belle le formine! Le foto fanno proprio venire voglia di primavera! Un bacioneee!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tinny, grazie!!!!!!!
      Bacioni!!!!!!!!!

      Elimina
  4. Nooooo, quei coppapasta sono spettacolariiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!Io voglio quello a forma di tacco!!!!(che te lo dico a fare, ho più scarpe che calzini!!!)Sei proprio SUPERRRRRRRRRRR!!Sono entusiasta di questo post anche perchè io AMO alla follia i fiori!!!!MAGNIFICIIIIIIIIII, che bello, mi tirano su dopo una giornata NO (ma decisamente NO). Un grande abbracciooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wonderrrrrr, lo sai che ci avrei scommesso che sei una fanatica delle scarpe!!!! Io un po' meno, ma se vieni a trovarmi ti porto in un outlet di scarpe (dove vado con mia nipote) dove potresti IMPAZZIRE!!! Il coppapasta a scarpa in effetti me l'ha regalato mia sorella su suggerimento della nipote in questione (Maddalena quella che abita ad Amsterdam ed è da lì che viene la scarpetta) Sono felice che i miei fiorellini di hanno rasserenato!!!! Bacioni

      Elimina
  5. Che fossimo una banda di donne poco centrate si era già capito....meno male che qualche conferma ci vuole, oggi passo da Carla e trovo cirillo, arrivo qui e trovo uccio ..... Come posso chiamare la nuova lavanda che ho comprato domenica?.....forse lo so....la chiamerò semplicemente Wanda! E domani faccio pure la foto!

    Ps. Io metterò la frittata venerdì per la raccolta regionale, le cime di luppolo sono pronte e pulite per essere cucinate!! Giuro che non voglio copiarti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, poco centrate o scentrate del tutto?????????? Decisamente WANDA!!! E aspetto le foto!!! Ma figurati di che ti preoccupi, l'ho anche scritto frittata e risotto sono le due ricette caratteristiche da fare con le ürtis. C'è anche chi le mangia in insalata io no ho mai provato e tu??
      A presto

      Elimina
    2. No crude non le ho mai mangiate! Ma si può provare eh?

      Elimina
    3. E si io la prossima volta provo in insalata ma ce ne voglio un quintale per fare una ciotolina!!!!

      Elimina
  6. Ma che bello, arriva anche Wanda! Dovremmo lanciare un contest sui nomi che diamo alle nostre piante. Vince il più spiritoso, che ne dite? Intanto se è vero che le piante devono sentirsi amate, queste cresceranno benissimo. Per l'urtis, conto sul surgelato!!!! Baci a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, bello il contest dei nomi!!! Io non vincerei nemmeno quello, ahahahah!!!per le ürtis ci provo eh!! E' un esperimento non l'ho mai fatto, e poi bisogna che l'Assaggiatore vada ancora in raccolta... e che ne trovi!!
      Bacioni

      Elimina
  7. Carlidda ci manchi di la!!!

    RispondiElimina

Se passate di qui e volete lasciare un commento,
mi farete cosa mooooolto gradita!!!